San Gregorio, Zaro il cane antidroga e il suo fiuto infallibile: un arresto

Il pastore tedesco in servizio presso le fiamme gialle ha manifestato il suo interesse per l'utilitaria femata, una Fiat Panda risultata poi presa a noleggio. Il nervosismo dimostrato dal conducente alla vista del cane, ha convinto i militari a svolgere un'ispezione più approfondita

La Guardia di Finanza di Catania ha organizzato un posto di controllo, con l’impiego delle unità cinofile, nei pressi della barriera autostradale di Catania – San Gregorio.

Zaro, il pastore tedesco in servizio presso le fiamme gialle catanesi, ha iniziato a manifestare al finanziere-conduttore, il suo interesse per l’utilitaria femata una Fiat Panda risultata poi presa a noleggio. Il nervosismo subito dimostrato dal conducente alla vista del cane antidroga, ha convinto i militari a svolgere un’ispezione più approfondita dell’autovettura.

Dopo un’accurata ricerca, seguendo sempre le indicazioni fornite da Zago, è stato individuato un nascondiglio ricavato all’interno del pannello dello sportello anteriore – lato passeggero – nel quale sono stati rinvenuti quattro panetti avvolti nel nastro adesivo.

Le analisi hanno permesso di accertare che si trattava di cocaina purissima per un peso complessivo di oltre 4 kilogrammi. Un quantitativo che, collocato sul mercato dopo le operazioni di “taglio”, avrebbe fruttato circa un milione di euro.

Il conducente, D.F. (di anni 60), è stato arrestato e condotto presso la casa circondariale di Piazza Lanza, mentre per Zaro il premio è stato il “manicotto”, un pezzo di stoffa arrotolato con cui giocare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento