San Leone, sopralluogo in un complesso di edifici in costruzione

Un ettaro di estensione nel quale sorgono due edifici, con diversi corpi edilizi. E’ la nuova struttura comunale che sta sorgendo nel quartiere San Leone, in via Cialdini, ed il cui cantiere è stato oggetto di un sopralluogo

Un ettaro di estensione nel quale sorgono due edifici, con diversi corpi edilizi. E’ la nuova struttura  comunale che sta sorgendo nel quartiere San Leone, in via Cialdini, ed il cui cantiere è stato oggetto di un sopralluogo sollecitato dal  sindaco Enzo Bianco,   per verificare lo stato dei lavori e la possibilità di usare il complesso di edifici  come sede di uffici comunali una volta approntati.


I due edifici sono suddivisi in più corpi edilizi, collegati tra loro da passerelle coperte con uno scantinato che è comune a tutti i corpi fabbrica. Il complesso edilizio è stato progettato alla fine degli anni novanta ed ha una estensione è di circa 5000 mq coperti.

L’inizio lavori risale al 2006,nel 2009 sono stati interrotti per il fallimento di una delle due ditte di costruzione, ditta che è stata successivamente sostituita con un’altra società come previsto dalle procedure di legge. La società consortile, di cui fanno parte due società partenopee, ha ripreso i lavori nel 2011. La fine lavori è prevista per il prossimo giugno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’importo dell’appalto è di 11 milioni e mezzo di euro coperto da un mutuo acceso con la Cassa Depositi e Prestiti. Un volta pronto il complesso di edifici potrà ospitare uffici comunali, facendo risparmiare l’Amministrazione comunale sugli affitti e liberando nel contempo edifici storici, nei quali sono allocate strutture comunali, che possono essere destinate ad un diversa fruizione. La nuova struttura è strategicamente collegata all’asse attrezzato e sono dunque facilmente raggiungibili sia la zona nord che quella sud di Catania. Al sopralluogo, oltre al sindaco Bianco, erano presenti il vicesindaco Marco Consoli, il responsabile del Procedimento Salvatore Marra, il direttore del Decentramento Pietro Belfiore, il geometra Rosario Marino dello staff del Sindaco e i responsabili dell’impresa.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento