San Nullo, Trappeto Nord e Cibali invasi dalla prostituzione: si chiede intervento

"Il mattino seguente le madri che accompagnano i figli a scuola oppure la gente che va a lavorare si ritrova strade e aiuole piene di fazzolettini e preservativi senza considerare la paura e il disagio di chi,invece, rincasa la sera prima". E' la denuncia del consigliere della quarta circoscrizione Erio Buceti

Prostitute in piena attività, appena si fa buio, lungo la circonvallazione con spiazzi e slarghi a San Nullo, Trappeto Nord e Cibali che si trasformano in alcove per il sesso a pagamento. "Luoghi che spesso non sono appartati ma si trovano a pochi metri dalle abitazioni con i cittadini costretti ad ammirare uno spettacolo indegno e penoso". E' la denuncia del consigliere della circoscrizione di “Cibali-Trappeto Nord- San Giovanni Galermo”, Erio Buceti che chiede un "potenziamento dei controlli che non miri solo ed esclusivamente a controllare e, eventualmente, condannare le donne che sono costrette dai loro aguzzini a praticare il mestiere più vecchio del mondo". strade e aiuole piene di preservativi (2)-2

"Occorre punire in modo esemplare i clienti che alimentano questo torbido mercato che non conosce crisi di sorta - continua il consigliere - Ogni sera, lungo l’intera circonvallazione, si vedono tante ragazze ai bordi dei marciapiedi oppure all’interno delle pensiline dell’Amt che aspettano i clienti. Nel nostro territorio la zona al centro delle segnalazioni dei cittadini è il viale Fratelli Vivaldi a pochi passi da via Villafranca. Qui appena si fa buio la situazione che va avanti per settimane è sempre la stessa. Le prostitute attirano i clienti, le auto si fermano e fanno salire le ragazze a bordo per appartarsi poi nella vicina via Galermo, nelle stradine di Cibali oppure all’interno del parcheggio davanti alla piscina di Nesima". viale vivaldi-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La conseguenza inevitabile è che il mattino seguente le madri che accompagnano i figli a scuola oppure la gente che va a lavorare si ritrova strade e aiuole piene di fazzolettini e preservativi senza considerare la paura e il disagio di chi,invece, rincasa la sera prima. Un situazione che crea pure problemi alla viabilità con auto in mezzo alla strada, corsie sgombre ed altre vetture che invece sfrecciano a tutta velocità. I controlli occasionali delle forze dell’ordine hanno il solo effetto di eliminare il problema per poche settimane. Trascorso tale tempo il problema si ripresenta puntuale in tutto il suo degrado. Ecco perché chiedo, ancora una volta, di combattere questo fenomeno con un’azione congiunta di Questura e forze dell’ordine punendo, con sanzioni e multe, i tantissimi clienti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Conte firma nuovo Dpcm, bar e ristoranti chiusi alle 18: superata ordinanza di Musumeci

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento