Controlli a San Pietro Clarenza, immobili senza concessione edilizia

Venticinque sono stati i soggetti a vario titolo denunciati all’Autorità giudiziaria e tre sono stati gli immobili sequestrati

Controlli nel territorio di San Pietro Clarenza da parte della sezione di polizia giudiziaria dei carabinieri. Obiettivo: verificare e reprimere abusi edilizi perpetrati nel comune etneo. Venticinque sono stati i soggetti a vario titolo denunciati all’Autorità giudiziaria e tre sono stati gli immobili sequestrati per i quali erano ancora in corso lavori di costruzione.

Gli illeciti che i militari hanno accertato riguardano la realizzazione ex novo di manufatti in assenza di concessione edilizia, oggi permesso di costruire, sopraelevazioni, aumenti di cubatura e modifiche ai locali tecnici, come cantinati e sottotetti, tali da renderli piani residenziali ed abitabili.

Alcuni di essi erano dotati di tutti i confort, arredati ed abitati. Tutto ciò in violazione delle norme urbanistiche, di quelle relative alle costruzioni in zona sismica e per le opere in conglomerato cementizio. Sono in corso ulteriori accertamenti anche al fine di appurare eventuali responsabilità degli organi deputati al controllo del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento