Ambulante della pescheria vendeva sangeli e marijuana: arrestato

Si trattava di una copertura per la sua più importante attività, lo spaccio di droga, che custodiva all’interno di un cassetto

I carabinieri di Piazza Dante hanno arrestato il 47enne Carlo Pastura, venditore ambulante presso il mercato della pescheria per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno osservato l’uomo intento a lavorare dietro il suo banchetto allestito per la vendita di “sanguinaccio”: si trattava di un evidente tentativo di copertura per la sua più importante attività, lo spaccio di droga, che custodiva all’interno di un cassetto del banchetto e che cedeva ai clienti che si alternavano davanti a lui.

I carabinieri lo hanno controllato, rinvenendo diversi involucri contenenti marijuana, materiale vario utilizzato per il confezionamento della droga, un bilancino di precisione e una somma di denaro provento del reato. La sostanza stupefacente, il bilancino e il denaro sono stati sequestrati. Per Pastura, invece, sono scattate le manette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento