Dopo la visita all' ospedale Cannizzaro, ritorna a casa e muore

Il giorno di Natale si reca in ospedale, la diagnosi è indigestione e i medici lo rimandano a casa. Dopo poche ore muore per un Ictus. I familiari gridano malasanità e vogliono capire cosa è successo

Antonio Ligato, 57 anni, è morto il giorno di Natale a causa di un Ictus. I parenti sostengono che si tratta di un caso di malasanità , in quanto l'uomo, paziente a rischio con problemi cardiaci, si era recato alle 01:00 del 25 dicembre all'Ospedale Cannizzaro di Catania e lì era stato dimesso con una diagnosi di indigestione. 

Alle 7 del mattino del giorno di Natale l'uomo è morto per un Ictus.

"Era una persona che aveva dei forti problemi cardiaci e al medico che lo ha visitato è stato detto - denunciano i familiari - come mai non è stato controllato per l'unica cosa che si conosceva e sono state fatte, invece, solo delle flebo?".

Sul caso l'Azienda Ospedaliera Cannizzaro sta effettuando le verifiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento