Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Sant’Agata, dopo la festa arrivano gli spazzini “anti-cera”

Il piano di pulizia straordinaria vede impegnati complessivamente circa 180 operatori del settore nettezza urbana, oltre a numerosi mezzi meccanici: 15 compattatori, 15 gasoloni, 12 spazzatrici meccaniche, 12 bob-cat, 1 motopala, 4 scarrabili

Finita la festa arrivano gli spazzini anti-cera. Intenso il programma degli interventi elaborati dalla direzione ecologia del Comune.

L'organizzazione logistica del piano di pulizia straordinaria si compone di due fasi: quella preparatoria, che si è conclusa nei giorni passati con interventi di disinfestazione, potatura degli alberi e manutenzione straordinaria sulle aree a verde, e quella di pulizia e rimozione dei residui della cera che si è attivata già da lunedì 4 febbraio nelle strade percorse dal fercolo.

L'operazione vede impegnati complessivamente circa 180 operatori del settore nettezza urbana, oltre a numerosi mezzi meccanici: 15 compattatori, 15 gasoloni, 12 spazzatrici meccaniche, 12 bob-cat, 1 motopala, 4 scarrabili.

Stamattina, non appena il fercolo della Santa Patrona ha lasciato piazza Cavour per dirigersi verso la salita di Sangiuliano è scattato a pieno regime,  il piano per ripulire e rimuovere i residui della cera.

Le squadre, ognuna composta di tre unità di personale, stanno lavorando ininterrottamente con l'ausilio della fiamma ossidrica e delle spazzatrici meccaniche per rimuovere le incrostazioni.

“Anche quest'anno – spiega il sindaco Raffaele Stancanelli - abbiamo organizzato con meticolosità il servizio di pulizia della città, programmando ogni singola fase. Un lavoro straordinario ed essenziale che i nostri operatori effettuano con grande spirito di servizio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sant’Agata, dopo la festa arrivano gli spazzini “anti-cera”

CataniaToday è in caricamento