Sant'Agata, altarino profanato: interviene la comunità della Cattedrale

"Chiunque abbia agito così, certamente non ha chiaro il senso religioso, dell'arte e quello civico"

foto Liveunict

La Comunità della Basilica Cattedrale di Catania, appresa la notizia dell'imbrattamento dell'altarino di Sant'Agata, "è vicina a quanti si sentono offesi da tale gesto incomprensibile ed è fortemente dispiaciuta che l'immagine lì riprodotta della Santa Patrona sia stata destinataria di un'azione tanto sconsiderata, sia per ciò che rappresenta dal punto di vista devozionale che da quello storico-artistico", si legge nella nota della Basilica Cattedrale per la Festa di Sant'Agata.

"Chiunque abbia agito così, certamente non ha chiaro il senso religioso, dell'arte e quello civico; dunque, mentre si condanna quanto compiuto, si prega per la conversione dei cuori induriti e delle coscienze annebbiate, poiché incontrino l'amore di Dio. La bellezza e la purezza di Sant'Agata, vergine e martire, in nessun modo può essere lesa da simili tristi eventi; Agata, con la vita e con il martirio, insegna che è il peccato ad imbrattare i cuori molto di più che queste sozzure, a tenere l'uomo lontano dal Padre misericordioso e dalle opere della misericordia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento