Sant’Agata li Battiati, rapina ai danni del distributore Esso: arrestato dai carabinieri

Il rapinatore con il volto travisato e armato di taglierino si era introdotto all'interno del box- ufficio dove era presente il titolare e sotto minaccia dell'arma si era fatto consegnare il denaro presente in quel momento in cassa

I carabinieri della stazione di Sant’Agata li Battiati con la collaborazione dei militari della Compagnia di Gravina di Catania hanno tratto in arresto A.L.D.M., 32enne, catanese, poiché ritenuto responsabile della rapina consumata alle ore 18.30 circa presso il distributore carburante “Esso” di via del Bosco.

Il rapinatore con il volto travisato e armato di taglierino si era introdotto all’interno del box- ufficio dove era presente il titolare e sotto minaccia dell’arma si era fatto consegnare il denaro presente in quel momento in cassa. La scena è stata notata dal figlio della vittima presente fuori dall’area di servizio, che subito è intervenuto ingaggiando una violenta collutazione  con il malvivente, il quale vistosi scoperto ha gettato a terra l’arma e i soldi, per poi fuggire a piedi.

Durante la fuga il rapinatore ha perso il telefono cellulare che i militari hanno recuperato e sequestrato. Subito sono scattate le ricerche in tutta la zona circostante poiché dagli elementi raccolti e dalla testimonianza della vittima si aveva motivo di ritenere che l’autore fosse un pregiudicato di zona. Infatti, i Carabinieri, poco dopo, sono andati a casa e hanno trovato l’uomo in evidente stato di agitazione con il volto insanguinato, che per sviare le indagini si era già cambiato i vestiti.

E’ stato subito arrestato e condotto in caserma, ma a causa delle lesioni riportate nel corso della colluttazione avuta con il figlio della vittima è stato necessario ricorrere ai sanitari. Infatti visitato all’Ospedale Cannizzaro di Catania gli sono state riscontrate diverse fratture e ben due costole rotte. Ora si trova ricoverato e piantonato in attesa di essere tradotto al carcere di Piazza Lanza, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento