menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Santa Maria di Licodia, arsenale in casa di un 60enne: trovato fucile usato per rapina

In zona Poggio dell’Aquila, nell’abitazione del pregiudicato, che era stato sottoposto ad un provvedimento della prefettura di Catania che gli proibiva di detenere armi, sono stati trovati e sequestrati munizioni e anche un fucile

I carabinieri della stazione di Santa Maria di Licodia, coadiuvati dai colleghi della compagnia di Paternò e dal nucleo cinofili di Nicolosi, hanno arrestato  il 61enne Di Salvo Stefano per detenzione illegale di armi clandestine, armi comuni da sparo e munizionamento, ricettazione e furto aggravato.

Nelle campagne di Santa Maria di Licodia, precisamente in zona Poggio dell’Aquila, nell’abitazione del pregiudicato, che era stato sottoposto ad un provvedimento della prefettura di Catania che gli proibiva di detenere armi, sono stati trovati e sequestrati: un fucile doppietta, marca Bernardelli, calibro 16, risultato oggetto di rapina commessa a danno di un cittadino di Ramacca nel giugno del 2013; 1 fucile doppietta, sprovvisto di marca e matricola, calibro 12; 1 carabina ad aria compressa, marca Norica, modello dragon, calibro 4,5, verosimilmente potenziata oltre i 7,5 joule; 282 cartucce calibro 16; 30 cartucce calibro 12 e 568 inneschi per cartucce da caccia.

Gli operanti, durante la perquisizione, hanno inoltre accertato come l’uomo sottraeva energia elettrica mediante l’allaccio abusivo alla rete pubblica. L’arrestato, su disposizione del magistrato di turno, è stato rimesso in libertà. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento