Santa Venerina, il Comune demolisce due edifici

Questa demolizione si inquadra nel più ampio programma di raddoppio del ponte

Il Comune di Santa Venerina ha effettuato due importanti demolizioni. Si tratta della casa posta all'ingresso di via Zullo da via Ardichetto e della casa sita in via Acqua Bongiardo subito a monte del ponte della strada provinciale per Zafferana. Entrambi gli immobili sono stati acquisiti al patrimonio dell’ente, nell’ambito di pratiche per la ricostruzione post sisma del 2002. In via Ardichetto, appena possibile, saranno realizzati alcuni stalli di sosta con alberatura. In via Acqua Bongiardo non è previsto un intervento comunale, ma questa demolizione si inquadra nel più ampio programma di raddoppio del ponte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infatti l'anno scorso, il Comune di Santa Venerina ha ottenuto dall'ex Provincia di Catania (oggi Città Metropolitana) l'impegno a inserire l'opera nel proprio piano triennale dei lavori pubblici. Il Comune, dal canto suo, ha dato la disponibilità a fornire alla Città Metropolitana, l'area necessaria al raddoppio, che è proprio quella liberata con la demolizione. Esprime soddisfazione il sindaco Salvatore Greco: “Si tratta di demolizioni che programmavamo da tempo e che ora abbiamo finalmente potuto realizzare”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento