Santo Bambino, morte sospetta di un neonato: indagine in corso

Il piccolo è deceduto dopo essere stato dimesso, probabilmente per una infezione causata da un batterio tipico degli ospedali. Nella denuncia gli avvocati hanno parlato anche di "condizioni igieniche e assistenza assolutamente deficitarie"

E’ in corso un'indagine sulla morte sospetta di un neonato, avvenuta lo scorso 4 aprile. Il neonato e' deceduto dopo essere stato dimesso, probabilmente per una infezione causata da un batterio tipico degli ospedali.

L’infezione è stata contratta presumibilmente durante le operazioni del parto o negli interventi sanitari successivi. Il piccolo era stato partorito nell'ospedale Santo Bambino, che fa capo all'azienda sanitaria Policlinico-Vittorio Emanuele.

Secondo quanto rappresentato dai legali della famiglia, il parto non avrebbe comportato alcun problema e il neonato rispettava tutti i parametri sanitari di vitalità e salute. Nella denuncia gli avvocati hanno parlato anche di "condizioni igieniche e assistenza assolutamente deficitarie".

Il decesso però si sarebbe verificato alcuni giorni dopo aver lasciato l'ospedale e nel lasso di tempo che intercorre tra le dimissioni e il decesso, la successiva assistenza medica, sempre nello stesso ospedale, si sarebbe rivelata non all'altezza della situazione. Il bimbo, ricoverato nuovamente, si sarebbe però aggravato al punto tale da richiedere il trasferimento al reparto di Terapia intensiva del Policlinico, dove però è deceduto.

In merito al decesso dalla direzione sanitaria del Policlinico-Ove si precisa che quando è stato dimesso le condizioni del neonato risultavano buone, come si evince dall'analisi della documentazione sanitaria. Poi dopo circa una settimana il bambino è stato riportato in ospedale, dove ha ricevuto le cure presso la terapia intensiva neonatale, mostrando problematiche di tipo neurologico ed enterico. Il bimbo è stato trattato e poi, tenuto conto della necessità di un supporto della chirurgia pediatrica, è stato trasferito al Policlinico, dove è deceduto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento