Inchiesta "12 Apostoli", chiesto processo immediato per il 'santone' Capuana

Il santone Piero Alfio Capuana, 75 anni, bancario in pensione, alla guida della comunità, avrebbe abusato di ragazzine tra i 13 e i 15 anni

Il Gup di Catania, Simona Ragazzi, ha accolto la richiesta di processo immediato avanzata da quattro dei sette indagati nell'ambito dell'inchiesta '12 apostoli'. Al centro dell'indagine ci sono i presunti abusi sessuali su minorenni consumati all'interno di una comunità di ispirazione cattolica. La richiesta di rinvio a giudizio è stata firmata dal procuratore Carmelo Zuccaro, dall'aggiunto Marisa Scavo e dal sostituto Agata Consoli. Tra gli indagati c’è il santone Piero Alfio Capuana, 75 anni, bancario in pensione, che, alla guida della comunità, avrebbe abusato di ragazzine tra i 13 e i 15 anni.

Con lui saranno processate il 13 maggio, davanti alla seconda sezione penale del Tribunale, anche tre presunte fiancheggiatrici: Katia Concetta Scarpignato, 59 anni, Fabiola Raciti, 57, e Rosaria Giuffrida, 59. Secondo l'accusa, gli abusi venivano presentati alle minori come atti di purificazione compiuti da un 'arcangelo' reincarnato.

Lo stesso giorno, il 13 maggio, dovranno comparire davanti al Gup gli altri tre indagati, per i quali la Procura di Catania ha chiesto il rinvio a giudizio per favoreggiamento. Si tratta di Domenico 'Mimmo' Rotella, ex deputato e assessore regionale, marito di Rosaria Giuffrida, padre Orazio Caputo, sacerdote, e Salvatore Torrisi, ex presidente dell'Associazione Cattolica Cultura ed ambiente di Aci Bonaccorsi, dove sarebbero avvenuti gli abusi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle intercettazioni della polizia postale di Catania è emerso che il sacerdote sarebbe venuto a sapere, nel segreto della confessione, delle indagini avviate su una denuncia per abusi sessuali, e avrebbe avvisato conseguentemente Torrisi e Rotella. Nell'inchiesta sono confluiti gli incidenti probatori con gli interrogatori delle vittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • “Freedom Oltre il confine” dedica parte della prossima puntata a Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento