Sbarco immigrati, funerali delle vittime non saranno celebrati a Catania

La scelta di celebrare i funerali in patria è stata presa dalle famiglie delle vittime. Il comune etneo, che dopo la tragedia aveva proclamato il lutto cittadino, aveva offerto la disponibilità a farsi carico dei riti funebri

Le vittime del tragico sbarco avvenuto alla Plaia saranno rimpatriate. La scelta di celebrare i funerali in patria è stata presa dalle famiglie delle vittime.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due salme sono già state trasferite al Cairo, mentre le altre giungeranno successivamente in Egitto. Il Comune di Catania, che a seguito della tragedia aveva proclamato il lutto cittadino, aveva offerto la propria disponibilità a farsi carico dei riti funebri qualora i familiari delle vittime non ne avessero richiesto le salme.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento