Scappano in scooter per sfuggire al controllo: arrestati

I poliziotti hanno arrestato Fiorenzo Magni, del 1968 e Salvatore Andrea Fazio, del 1989 per il reato di resistenza a pubblico ufficiale

Nel pomeriggio di ieri, agenti delle Volanti hanno arrestato Fiorenzo Magni, del 1968 e Salvatore Andrea Fazio, del 1989 per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. I poliziotti, nel corso dell’attività di controllo finalizzata al contenimento dell’emergenza sanitaria in atto, hanno notato due individui sospetti in Corso Indipendenza che transitavano su un motociclo, privi di casco e a velocità sostenuta, verso piazza Eroi D’Ungheria. A quel punto, gli agenti hanno deciso di effettuare un controllo e, dopo una veloce inversione di marcia, hanno rintracciato i due presso un distributore di benzina. Alla vista delle pattuglia, il conducente del motociclo improvvisamente si è dato alla fuga, accelerando sconsideratamente ed effettuando manovre pericolose sui marciapiedi, mentre il complice, a bordo dello scooter e girato all’indietro, comunicava al conducente la posizione degli agenti  impegnati nell’inseguimento. La corsa si è conclusa bruscamente, quando i due fuggitivi una volta raggiunti, si sono schiantati contro un tronco d’albero piantato lungo il marciapiede di Corso Indipendenza. Nonostante il forte impatto dello scooter contro l’albero e la caduta a terra del passeggero dolorante, il conducente ha tentato di sottrarsi al controllo continuando la fuga, questa volta a piedi. Inseguimento che si è conlcuso poco dopo quando, grazie al supporto di un'altra volante giunta sul posto, l'uomo è stato rintracciato all’interno di uno dei condomini di Via Liguria, dove si era rifugiato nel tentativo di trovare un nascondiglio. Dopo aver rifiutato il soccorso da parte di personale del 118, i due uomini, sono stati arrestati e sanzionati amministrativamente per la violazione della normativa d’emergenza covid-19, poiché privi di alcuna valida giustificazione per lo spostamento. Sul luogo dell’incidente è interventuto anche personale della polizia municipale, al fine di ricostruire la dinamica del fatto e contestare ai due le violazioni del codice della strada connesse alla mancanza del casco protettivo, nonché, per il conducente, la mancanza di assicurazione e patente di guida, quest’ultima mai conseguita. A seguito delle formalità di rito, il magistrato di turno ne ha disposto l’immediata liberazione per assenza di esigenze cautelari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, nel mirino i "fedeli collaboratori" del clan Santapaola-Ercolano: 21 arresti

  • Incidente stradale a Paternò, scontro fra due mezzi pesanti: un morto

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • "Iddu" e "idda": il terrore di Giarre e Riposto, stroncata dai carabinieri la cupola di La Motta

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Dove mangiare pesce a Catania

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento