Scarlatta: "La trasmissione è andata benissimo, Ferro sostenitore del popolo"

Finito il primo tempo della trasmissione, è uscito dal teatro ABC di Catania Giuseppe Scarlatta, braccio destro di Mariano Ferro. E, in esclusiva per Cataniatoday Scarlatta ha commentato la prima parte del programma

Le riprese del programma “Tiro Incrociato”, della tv locale Antenna Sicilia, si sono trasformate in un violento scontro tra il movimento dei Forconi e la polizia.

La causa dei tafferugli, all’ingresso del teatro ABC che ieri pomeriggio ospitava il confronto televisivo tra Gianfranco Miccichè, Claudio Fava, Nello Musumeci e Rosario Crocetta, l’esclusione dalla trasmissione dei candidati Mariano Ferro del Movimento dei Forconi e Giancarlo Cancellieri del M5stelle.

Sono sconcertato, quello che è accaduto questo pomeriggio non è democrazia. Antenna Sicilia ha inviato, per un confronto politico, le solite facce quelle che hanno portato la nostra terra al baratro - ha dichiarato Renato Chiarini, arrivato da Palermo per sostenere Mariano Ferro - siamo arrivati con l’intento di chiedere giustizia e, fare salire Ferro sul palco insieme agli altri candidati ma, abbiamo trovato un muro da parte della polizia. Le forze dell’ordine hanno preso Ferro e lo hanno trattato come un sacco della spazzatura. Solo grazie all’onorevole Miccichè, che ha fatto da mediatore con la trasmissione di Insieme, Ferro è salito sul palco del teatro”.

Delusione e amarezza tra i sostenitori del Movimento dei Forconi che, ieri hanno aspettato dietro le transenne del Teatro ABC la fine della trasmissione, per applaudire e sostenere la lotta politica di Mariano Ferro.

Questo pomeriggio Ferro è stato strattonato e buttato quasi a terra dalla polizia ha dichiarato Ignazio Pirrera di 36 anni - Non siamo stati invitati perché hanno paura di noi, ci tagliano sempre fuori perché non abbiamo i soldi dei grandi politici e non possiamo comprare l’informazione. Stiamo dando fastidio, facciamo paura alla vecchia casta politica. Oggi, per esempio, dopo gli scontri, hanno fatto entrare solo un piccolo gruppo di noi...si spaventano degli applausi del popolo”.

Finito il primo tempo della trasmissione, è uscito dal teatro ABC di Catania Giuseppe Scarlatta, braccio destro di Mariano Ferro. E, in esclusiva per Cataniatoday, Scarlatta ha commentato la prima parte del programma.

“Riteniamo che, un punto fondamentale della nostra campagna politica è il ripristino della democrazia, noi avevamo diritto come tutti gli altri ad avere un confronto con gli altri candidati alla Presidenza – ha continuato Scarlatta - La prima parte della trasmissione è andata benissimo, anche perché i quattro candidati presenti ancora fanno il teatrino classico della politica: destra contro sinistra, ma nessuno di loro si rende conto che i siciliani soffrono, c’è gente che non può comprare il pane o che ha perso il lavoro. In questa prima parte di trasmissione, è stato solo Mariano a sottolineare i veri problemi della nostra terra. Non possiamo più stare fermi di fronte a questo teatrino politico, non ci interessa niente della destra o della sinistra, degli accordi di palazzo o degli accordi di partiti, qui c’è una Sicilia che sta affondando, è serve gente che capisca realmente i problemi dei siciliani”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento