Cronaca

Scarpe contraffatte, otto arresti della Guardia di Finanza tra Roma e Catania

La banda era composta da cinesi e marocchini e importava calzature con marchi famosi e riusciva a commercializzare in tutta Italia e anche all'estero

Maxi operazione del comando provinciale della Guardia di Finanza capitolina che tra Roma e Catania ha effettuato 8 arresti stroncando così un'associazione per delinquere finalizzata alla distribuzione e commercializzazione di scarpe contraffatte.

La struttura criminale era una vera e propria "industria" del falso, composta da cinesi e marocchini, che importava calzature di noti marchi che poi, sdoganate, venivano vendute in tutta Italia e anche all'estero, come nella città di Valencia. Le Fiamme Gialle del Gruppo di Fiumicino, anche grazie al supporto della Policia Nacional spagnola, hanno sequestrato oltre 140.000 paia di scarpe usurpative di analoghi modelli prodotti da Adidas e Nike, evitando, così, che la merce potesse invadere il mercato nazionale e quello iberico.

Gli articoli sequestrati, qualora immessi in commercio, avrebbero fruttato agli indagati oltre due milioni di euro. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno permesso di fare piena luce sui ruoli dei singoli soggetti appartenenti alla filiera del falso e, anche attraverso intercettazioni telefoniche, pedinamenti e attività di osservazione. L'Autorità Giudiziaria quindi ha disposto il sequestro "per equivalente" di beni mobili ed immobili nella disponibilità degli indagati (due appartamenti e svariati autoveicoli).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarpe contraffatte, otto arresti della Guardia di Finanza tra Roma e Catania

CataniaToday è in caricamento