Sciopero Autotrasportatori: alle ore 24 lo sciopero termina

Incerto il proseguimento dello sciopero, alla mezzanotte di oggi gli autotrasportatori lasceranno liberi i presidi lungo le strade catanesi ma continuerà ad oltranza la protesta del movimento Forza D'urto

Quinto giorno di sciopero a Catania e in Sicilia del movimento Forza D’urto contro il caro benzina.

Come anticipato ieri sera il blocco degli autotrasportatori siciliani terminerà a mezzanotte di oggi. L'Aitras, l'Assotrasport, l'Assiotrat e i consorzi di Trapani, Palermo e Catania riporteranno i mezzi nei propri piazzali, lasciando i presidi e i punti di sensibilizzazione, in quanto i cinque giorni consentiti dalla legge che regolamenta gli scioperi degli autotrasportatori scadono.

Proseguirà, invece, ad oltranza la protesta dei lavoratori aderenti ai movimenti "Forza d'urto" e "Movimento dei Forconi", che ieri hanno incontrato il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, a Palazzo d'Orleans ma, che non sono arrivati a nessun punto d’incontro.

Intanto, Ivan Lo Bello, presidente degli industriali siciliani ha annunciato che oggi presenterà "nelle sedi opportune" delle denunce in cui si ventila la presenza della mafia in alcuni dei blocchi stradali, mentre la Digos di Palermo starebbe indagando sulla presenza di estremisti di destra e sinistra tra coloro che scioperano.

Il Procuratore di Palermo, Francesco Messineo si e' limitato a sostenere che l'allarme di Confindustria "e' giustificato" e al quale va data "la massima attenzione".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento