Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Ognina / Via Porto Ulisse

Nessuno sciopero dei benzinai in Sicilia, è la promessa della Figisc

A Catania, è psicosi: le pompe di benzina sono sempre piene di auto in fila, con conseguente traffico bloccato. Oggi l'incontro tra il premier Monti e il governatore Lombardo

Sembrava semplice ritornare alla normalità dopo lo sciopero che ha bloccato un'intera provincia e, invece, nonostante la situazione stia migliorando, chi vede la spia "rossa" della benzina nella propria auto, si agita e cerca, immediatamente, un rifornimento per fare il pieno. Cosa comporta? Una leggera psicosi e il rinvio del ripristino dei self service, a danno dei costi.

Non servono a nulla le rassicurazioni della Figisc Sicilia che promette: "Nessuno sciopero". A Catania, le pompe di benzina sono sempre piene di auto in fila, con conseguente traffico bloccato. Eduardo Brancato, segretario regionale della Figisc Confcommercio, dichiara: " Non vi è alcuno sciopero dei distributori in vista in città nè in Sicilia, e questo anche se la serrata dovesse scattare a livello nazionale".

In merito, invece, alla situazione del Porto, dove ieri si segnalavano ancora blocchi dei tir, la Questura con una nota smentisce. " Nessuna criticità agli accessi al Porto". La Questura assicura che le navi sono attraccate e salpate con regolarità. Che il carico e lo scarico merci è avvenuto normalmente e che i varchi sono stati presidiati ininterrottamente dalle forze dell'ordine.

Oggi, però, il caso Sicilia si sposta a Roma. Il premier Monti incontrerà il governatore Lombardo. "Abbiamo definito con precisione - ha dichiarato Lombardo- il quadro complessivo degli interventi che chiederemo vengano attivati dal Governo nazionale. Si tratta di questioni che sono sul tavolo da tempo, ma che non sono state mai affrontate con la dovuta decisione e, soprattuttto, con la precisa volontà di trovare delle soluzioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessuno sciopero dei benzinai in Sicilia, è la promessa della Figisc

CataniaToday è in caricamento