Sciopero Forconi: "Forza d'urto" non aderisce al presidio del 28 maggio

Il movimento degli autotrasportatori siciliani ha deciso di non prendere parte all'astensione nazionale del 28 maggio organizzaza dai Forconi ma si prepara all'azione in altro modo

 

Forza d'Urto dice no a Mariano Ferro e al movimento dei Forconi e in un comunicato ufficiale inviato alla stampa dichiara di non aderire allo sciopero nazionale dei Tir indetto per il prossimo 28 maggio.

Nella nota il movimento di Giuseppe Richichi ha anche deciso di "organizzarsi sul territorio" e annuncia che nei prossimi giorni prenderà "una serie di decisioni allo scopo di mettere in evidenza, nei confronti della stampa e della popolazione, il gravissimo disagio vissuto in questo periodo da tantissime aziende siciliane che sono ormai sull'orlo del tracollo".

"Purtroppo - afferma il movimento - la politica, nazionale e regionale, non è riuscita a dare alcuna risposta alle pressanti richieste avanzate. Ponendo un forte distinguo con altre forze che in questi giorni stanno mostrando segni di inquietudine, Forza d'Urto si prepara all'azione".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

Torna su
CataniaToday è in caricamento