Sciopero nazionale telecomunicazioni: sit-in davanti sede Confindustria

La città etnea è nota come "capitale" dei call center. E, anche qui, come in tutta Italia, è stato organizzato dalle sigle sindacali di categoria un sit-in dalle ore 9 alle ore 13 sotto i locali di Confindustria di Viale Vittorio Veneto

Questa mattina è partito lo sciopero nazionale per tutti i lavoratori del comparto telecomunicazioni. Lo sciopero è stato proclamato per protestare contro il mancato rinnovo del contratto collettivo e sono state indette manifestazioni in tutto il territorio nazionale.

A Catania, nota capitale dei call center, è stato organizzato dalle sigle sindacali di categoria un sit-in dalle ore 9 alle ore 13 sotto i locali di Confindustria Catania di Viale Vittorio Veneto.

Davide Foti, segretario generale Slc Cgil Catania, invitando i lavoratori a partecipare al sit.in in corso ha dichiarato:" Nei siti produttivi del Sud Italia si stanno mettendo a repentaglio migliaia di posti di lavoro non per il crollo dei volumi di attività ma unicamente per spostarsi di regione in regione all’inseguimento degli incentivi statali e regionali o, soprattutto, per delocalizzare le proprie attività all’estero alla ricerca di facili guadagni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento