Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Sciopero settore ambientale, dura risposta alle imprese del comparto

 A Catania città sono più di 600 i lavoratori impegnati nell'appalto del Comune, e tutti devono fare i conti con un problema che attiene alla questione legata al nuovo bando in preparazione

A Catania e provincia lo sciopero del settore ambientale indetto a livello nazionale ha registrato un'adesione dell'80% e i rappresentanti sindacali del settore, Fp Cgil, Fit Cisl, Uil trasporti e Fiadel, sono stati ricevuti in Prefettura. Per i segretari generali delle quattro sigle di categoria etnee, Gaetano Agliozzo, Mauro Torrisi, Salvo Bonaventura e Carmelo Condorelli, "si è trattato di un evento soddisfacente, politicamente importante, che ha registrato la forte partecipazione dei presidi territoriali".

Anche da Catania, dunque, è arrivata la risposta durissima spedita a Utilitalia, Assoambiente e a tutte le imprese del comparto. Le segreterie nazionali hanno espresso grande soddisfazione per la riuscita dello sciopero e, consapevoli del consenso che il progetto sindacale per il settore ha tra i lavoratori, saranno ancor più determinate a raggiungere l’obiettivo del rinnovo contrattuale.

"Anche a Catania le imprese sembrano voler raggiungere l'obiettivo di precarizzare, e dunque di impoverire di diritti e democrazia il lavoro degli addetti al settore, che avrebbero semmai bisogno di più sicurezza. Le imprese fanno finta di ignorare le parti sociali e i lavoratori rispondono in difesa della loro libertà e della loro occupazione, nel solo modo possibile: resistendo e lottando", dichiarano i sindacati.

 A Catania città sono più di 600 i lavoratori impegnati nell'appalto del Comune, e tutti devono fare i conti con un problema che attiene alla questione legata al nuovo bando in preparazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero settore ambientale, dura risposta alle imprese del comparto

CataniaToday è in caricamento