Emergenza incendi, i vigili del fuoco e le carenze di uomini e mezzi

Giornata “infuocata” quella di ieri, coi Vigili del fuoco del comando provinciale e dei vari distaccamenti sul territorio, impegnati oltremisura, nonostante fosse stato proclamato lo sciopero dalle varie sigle sindacali di categoria

Fronteggiare un carico extra di lavoro, derivante dal sopraggiungere del caldo estivo, con la “cronica” carenze di uomini e mezzi. I vigili del fuoco in territorio provinciale, sono già in una situazione di criticità. Giornata “infuocata” quella di ieri, con i vigili del fuoco del comando provinciale di via Beccaria e dei vari distaccamenti sul territorio, impegnati oltremisura, nonostante fosse stato proclamato lo sciopero dalle varie sigle sindacali di categoria.

“Giornata infernale quella odierna - ha spiegato ieri il segretario regionale Sicilia del sindacato autonomo Conapo, capo-reparto dei Vigili del fuoco a Catania, Giuseppe Musarra -, dove già alle ore 19 avevamo espletato nel Catanese, circa 50 interventi per incendi di sterpaglie, alberi e Macchia mediterranea ossia formazione vegetale varia, nelle zone di Caltagirone, Biancavilla, Adrano, Misterbianco, Paternò, Acireale, Scordia, Vizzini, Catania, Santa Maria di Licodia, Aci Catena, Aci Castello; con da espletare in queste ore, ancòra una ventina di interventi. Oggi i Vigili del fuoco, pur scioperando in tutta la provincia etnea, hanno dato comunque soccorso alla popolazione”.

Nel dettaglio, le organizzazioni sindacali dei vigili del fuoco, “espletati innumerevoli tentativi di conciliazione - si legge in una nota -, non andati a buon fine, nel tentativo di sensibilizzare anche l'opinione pubblica sulla grave situazione in cui versa il soccorso tecnico urgente con particolare riferimento alla dotazione organica, carenza personale amministrativo, per la chiusura quotidiana dei distaccamenti”, carenza di “mezzi di servizio” e di “straordinario personale per sopperire le carenze, trasferimento personale a “costo zero” presso il comando di Catania, apertura distaccamento di Palagonia, risorse per ripristino condizioni decenti delle sedi di servizio”; dunque “si dichiara lo sciopero provinciale di categoria”.

Un corpo, quello dei vigli del fuoco, dipendente a livello nazionale dal ministero dell'Interno. Il sindacalista Musarra, evidenzia infine gli atavici nodi che affliggono il personale e gli operatori del “pericolo”, deputati al contrasto agli incendi a al soccorso pubblico urgente: “Continua il sottodimensionamento del Comando di Catania, con carenza di personale; carenza di mezzi per svolgere il soccorso tecnico urgente; le attrezzature sono carenti e vetuste: di queste problematiche che da tempo ci affliggono, nessuno vuole farsi carico per prendere immediati provvedimenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento