Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Scippatore seriale di smartphone beccato dai "Falchi" alla stazione

Il soggetto aveva messo a segno diversi colpi in pieno centro sempre con lo stesso modus operandi: seguiva le vittime aspettando il momento propizio per agire

La polizia ha tratto in arresto S.C., un pluripregiudicato catanese del 1987, in quanto ritenuto responsabile del reato di furto con strappo. Nell’ambito dei servizi predisposti dal questore di Catania volti ad arginare la recrudescenza del fenomeno dei reati predatori in centro città, i “Falchi” della squadra mobile hanno tratto in arresto un 34enne già sottoposto alla libertà vigilata, resosi responsabile dello scippo di un cellulare nei pressi della stazione ferroviaria di Catania.

Gli operatori della polizia hanno avviato una attività investigativa dal maggio di quest’anno riuscendo ad identificare un soggetto che in almeno 10 occasioni aveva “colpito” in pieno centro sempre con il medesimo modus operandi. L’uomo, che utilizzava una moto da cross o un scooter 50, era solito individuare le vittime (molto spesso donne) per poi aspettare il momento propizio e strappare loro con violenza il cellulare o la borsa. Nella giornata di ieri è stata diramata una nota radio circa un evento analogo, avvenuto nei pressi della stazione centrale. Corrispondendo sia la descrizione del responsabile, sia il mezzo utilizzato, sia il modus operandi utilizzato dal criminale, gli equipaggi dei “Falchi”, a bordo delle moto di servizio, si sono precipitati alla ricerca del malvivente. L’uomo, inizialmente inseguito da una pattuglia delle Volanti che è riuscita a segnalare la targa del motoveicolo utilizzato per la fuga, è stato poi bloccato dai poliziotti della mobile nei pressi della sua abitazione. Vistosi scoperto, l'uomo ha indicato agli agenti l’ubicazione del luogo dove aveva nascosto la refurtiva in attesa di rivenderla. Lo smartphone rubato è stato quindi recuperato e restituito, in sede di denuncia, alla vittima. S.C. invece è stato arrestato e su disposizione del pubblico ministero di turno, sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza per direttissima. Prosegue, a cura degli investigatori della “Mobile”, la raccolta di elementi di responsabilità sui numerosi analoghi crimini, verosimilmente commessi dall’arrestato in precedenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scippatore seriale di smartphone beccato dai "Falchi" alla stazione

CataniaToday è in caricamento