Scordia, operaio cade dal tetto di un capannone e muore: inutili i soccorsi

Muore dopo un volo di circa 9 metri. La vittima, un operaio specializzato, Maurizio D'Imprima di 42 anni, stava compiendo alcuni lavori di manutenzione in un capannone, quando improvvisamente la copertura ha ceduto facendolo sprofondare

Foto Scordia.info

Muore a Scordia dopo un volo di circa 9 metri. La vittima, un operaio specializzato, Maurizio D'Imprima di 42 anni, stava compiendo alcuni lavori di manutenzione in un capannone. A riportare la notizia è il giornale scordia.info. Questi i particolari: "Maurizio era insieme ad un collega e stava effettuando una  riparazione sul tetto in seguito a infiltrazioni d’acqua nei pressi di un camignolo, quando improvvisamente la copertura ha ceduto facendolo sprofondare, davanti agli occhi attoniti del collega, da un altezza di circa 9 metri e facendolo precipitare su una macchina per la lavorazione degli agrumi. La morte è avvenuta sul colpo. Immediati sono arrivati i soccorsi. Un’ambulanza della Croce Rossa di stanza a Scordia e quella del 118 dell’ospedale di Militello. Sulla strada provinciale 28, dove si trova lo stabilimento, è atterrato anche l’elisoccorso ma ogni impegno profuso si è rivelato inutile".

Per uno strano scherzo del destino, anche il padre del signor Maurizio aveva perso in passato la vita in circostanze simili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento