rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Ritrovato il corpo della donna dispersa a Scordia dopo l'alluvione

Ieri il suo giubbotto era stato trovato in un agrumeto di contrada Leonella, in una zona non distante dove tre giorni fa era stato recuperato il corpo del marito, Sebastiano Gambera, di 67 anni

E' stato trovato il corpo di Angela Caniglia, la 61enne dispersa da quattro giorni per il nubifragio abbattutosi sul paese della Piana di Catania. A confermarlo i carabinieri di Catania. Il cadavere è stato ritrovato, precisano i vigili del fuoco, in un fondo agricolo a circa due chilometri in linea d'aria dal punto in cui è stato ritrovato il amrito. Ieri il suo giubbotto era stato trovato in un agrumeto di contrada Leonella, in una zona non distante dove tre giorni fa era stato recuperato il corpo del marito, Sebastiano Gambera, di 67 anni.

La coppia era stata travolta dalla furia dell'acqua in strada il 25 ottobre scorso. Sale a tre il bilancio delle vittime per i nubifragi: due giorni fa a Gravina di Catania è morto Paolo Claudio Agatino Grassidonio, il 53enne anche lui travolto dall'acqua dopo essere sceso dall'auto.

Le ricerche della donna dispersa dal 24 ottobre non si sono mai fermate. Anche questa mattina, per il quarto giorno consecutivo, i tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano (Sass), provenienti da Catania e da Palermo, erano a lavoro. Presenti sul campo anche la Croce Rossa, l'Esercito, i Vigili del fuoco, la Guardia di finanza e funzionari del Comune di Scordia. Il ritrovamento è avvenuto in contrada Bada, sul territorio del Comune di Scordia, a circa 7 km in linea d'aria dal luogo del suo ultimo avvistamento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritrovato il corpo della donna dispersa a Scordia dopo l'alluvione

CataniaToday è in caricamento