Scovate le armi rubate in casa di una ex guardia giurata: in manette due pregiudicati

Attraverso un dispositivo di osservazione, gli operanti sono riusciti a filmare i malviventi mentre dissotterravano i fucili dal terreno sistemandoli, successivamente, all’interno di alcuni pali di ferro

I carabinieri della compagnia di Palagonia, collaborati da quelli della stazione di Scordia, hanno arrestato, nella flagranza, il 29enne Guttuso Francesco, di Scordia, ed il 53enne Cusumano Stefano, di Grammichele, rei di ricettazione e detenzione illegale di armi.

Il 17 marzo scorso, la vedova dell’ex vigilantes (il poveretto era deceduto appena dieci giorni prima), presentandosi dai carabinieri di Scordia, aveva denunciato il furto, patito nella propria abitazione, di numerosi fucili da caccia – precisamente otto – ereditati legalmente dal de cuius. In appena 24 ore i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di Palagonia, a conclusione di una breve ma proficua attività info-investigativa, ieri pomeriggio sono riusciti ad individuare il luogo o meglio la proprietà dov’erano state nascoste le armi rubate, insistente in contrada Fico agro di Scordia.

Attraverso un dispositivo di osservazione, gli operanti sono riusciti a filmare i malviventi mentre dissotterravano i fucili dal terreno sistemandoli, successivamente, all’interno di alcuni pali di ferro – quelli della recinzione – nascondendone addirittura uno sotto una roulotte.

Le armi recuperate: un fucile sovrapposto Beretta cal. 20, un fucile doppietta Bernardelli cal. 12, un fucile automatico Franchi cal. 12, un fucile Breda cal. 20, una carabina Beretta cal. 22, un fucile due colpi, un fucile sovrapposto Franchi cal. 12, una carabina Remington cal. 22, sono state sequestrate per essere inviate alla Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Catania che ne rileverà le impronte papillari che, opportunamente riscontrate in banca dati, potrebbero far risalire agli autori del furto - presumibilmente perpetrato su commissione - escludendo o ammettendo i due arrestati dal contesto criminoso in esame. Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati rinchiusi nel carcere di Caltagirone (CT).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento