Scritte contro CataniaToday, il Comune le rimuove dopo le segnalazioni

Il Comune di Catania questa mattina ha rimosso una delle due scritte contro CataniaToday segnalate dalla nostra redazione e dal quotidiano online Sudpress. Domani mattina verrà rimossa quella di via Alberto Mario

Dopo la segnalazione su Facebook da parte dei nostri redattori e la pubblicazione di due articoli, uno anche da parte del quotidiano online Sudpress, il comune di Catania ha fatto rimuovere, in meno di 24 ore, una delle due scritte ingiuriose contro CataniaToday. Il muro di piazza Montessori, dove prima campeggiava l'enorme murales con l'epiteto "infami" dedicato ai nostri giornalisti, è oggi finalmente pulito. Domani, come assicurano da Palazzo degli Elefanti, verranno rimosse anche le due scritte in via Alberto Mario, alle spalle del Corso Italia. 

Dopo aver ricevuto il supporto di molti colleghi e, direttamente, dell'editore di Sudpress, questa mattina il primo cittadino Salvo Pogliese ha espresso la sua vicinanza alla nostra testata invitandoci ad andare avanti nel nostro lavoro di cronisti. "La mia piena solidarietà e quella della giunta alla redazione di CataniaToday - scriveva il sindaco La libertà di stampa e di informazione è un bene prezioso da tutelare, nell’interesse della collettività, da qualunque minaccia e intimidazione. Proseguite nel vostro lavoro di raccontare la città, come sempre avete fatto in questi anni". 

Solidarietà è arrivata anche dall'ufficio stampa dei carabinieri di Catania e dalla Fipet, rappresentata dal Presidente Roberto Tudisco e vicepresidente Dott.ssa Elena Malafarina. La Fipet ha espresso "profonda solidarietà per gli insulti che hanno colpito la vostra testata e che speriamo possano essere prontamente rimosse dai muri della nostra città. In questi anni il Vostro giornale si è sempre dimostrato indipendente e libero ed ha contribuito in modo notevole al superamento di un sistema giornalistico chiuso e servile rispetto al potere di turno".

"Non lasciatevi intimidire da queste scritte e sopratutto continuate il grande lavoro al servizio della cittadinanza, che attraverso le vostre notizie e servizi aiutate a rendere sempre più consapevole e capace di valutazioni più ampie. Nel ribadirVi tutta la nostra solidarietà personale e della categoria che rappresentiamo cogliamo l'occasione per ringraziarVi per la vostra attività e per il supporto che spesso ci avete fornito per denunciare la nostra condizione e reagire senza mai rassegnarci allo stato delle cose. Quelle scritte - concludono - sono il pensiero isolato ed infastidito di chi preferisce il silenzio ma a sostegno del Vostro lavoro ci sono migliaia di cittadini e lavoratori che Vi stimano e che Vi leggono con la speranza di una Catania diversa".

La nostra redazione, con soddisfazione, registra una risposta più che adeguata da parte dell'amministrazione comunale nel rimuovere le vergognose parole che, da due anni, erano ben visibili sui muri della città. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento