Scuola, dal 22 al 30 marzo Catania apre le porte al mondo grazie all'Associazione Intercultura

Dal 22 al 30 marzo una delegazione di dieci studenti stranieri sarà ospite presso le famiglie e le scuole superiori del territorio siciliano per uno scambio culturale su usi e costumi dal mondo, organizzato dai volontari del Centro locale di Intercultura di Catania

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Dal 22 al 30 marzo una delegazione di dieci studenti stranieri sarà ospite presso le famiglie e le scuole superiori del territorio siciliano per uno scambio culturale su usi e costumi dal mondo, organizzato dai volontari del Centro locale di Intercultura di Catania. Sono dieci tra gli 800 studenti provenienti da tutto il mondo, accolti per un anno o sei mesi gratuitamente da una famiglia italiana, che stanno studiando a scuola, imparando non solo la nostra lingua, ma soprattutto la nostra cultura, i nostri usi e i nostri costumi.

Si tratta di: Te Harahi, ragazza maori dalla Nuova Zelanda a Varese, Erdem dalla Turchia e lo statunitense Joshua entrambi a Brescia, Nicholas dagli USA ad Avezzano, Lam da Hong Kong a Roma, Ann Christin dalla Germania a Lecco, la tedesca Anne Sophie e la thailandese Kornrawee entrambe ad Ivrea, Mihaela dalla Croazia a Brindisi e Camila dalla Colombia a Trieste.

Ad accompagnarli saranno degli chaperon molto speciali, gli 8 studenti stranieri che da settembre stanno vivendo a studiando a Catania: l’australiana Grace, la danese Marie, la finlandese Roosa, Ho Yin da Hong Kong, la paraguayana Andrea, la serba Andjela, la thailandese Thanjira e la statunitesne Kara. Week end in famiglia per conoscere usi e costumi siciiani e poi, via, a partire dal giorno successivo, al fitto programma scolastico e culturale organizzato dai volontari di Catania.

Le mattine di lunedì 24 e di mercoledì 26 marzo gli studenti stranieri di Intercultura incontreranno i loro coetanei italiani al Liceo Classico “Mario Cutelli” per un’attività dal titolo “Giro del mondo in 80 minuti” per confrontarsi sui temi relativi all’educazione al cosmopolitismo ma anche su tradizione e natura legati a Catania e alla sua storia.

Venerdì 28 marzo, sempre al classico Cutelli si passerà a una lezione tenuta dai formatori dell’Associazione dedicata all’educazione al Cosmopolitismo e intitolata “Ricomporre Babele” seguita da una discussione sugli sterotipi e pregiudizi a una serie di giochi e quiz culturali tesi ad indagare l’identità nazionale.

Inoltre, lunedì 24, alle 11.30, gli studenti e i volontari di Intercultura saranno presso la sede del Comune di Catania dove potranno effettuare una visita del Palazzo e seguire la visione di un video sulla città di Catania. Il programma prevede naturalmente visite approfondite di Catania, tappe imprescindibili per ogni straniero che si avventuri in territorio italico. Dal giro per la città con il trenino turistico alla gita a Taormina, dall’escursione all’Etna alla gita nelle splendide Acitrezza e Acicastello.

Questo progetto rientra nell’ambito della settimana di scambio promossa dal gruppo di volontari di Catania dell’Associazione Intercultura, Onlus che dal 1955 è attivamente impegnata all’educazione alla mondialità inviando all’estero ogni anno centinaia di studenti italiani e accogliendone altrettanti in Italia, provenienti da tutti e 5 i continenti. Altre importanti protagoniste di questi “incontri che cambiano il mondo” saranno le famiglie di Catania che hanno dato la disponibilità a condividere con questi giovani ambasciatori del mondo un po’ della propria quotidianità. Saranno loro, grazie alla curiosità di vivere un’esperienza nuova e stimolante, l’elemento principale di arricchimento di questi giorni all’insegna dell’interculturalità, senza il filtro degli stereotipi. Questa settimana di didattica interculturale darà il via alla nuova campagna di accoglienza anche a Catania Infatti i volontari locali sono anche quest’anno alla ricerca di famiglie che accettino la sfida di accogliere il mondo in casa e imparare dalle diversità culturali anche senza spostarsi da casa. Per ricevere maggiori informazioni sul programma della Settimana di scambio e sulle attività di Intercultura nel Centro locale di Catania è possibile contattare la Responsabile dei programmi di ospitalità Gabriele La Spina al numero di cell 349 3522797 oppure visitare il sito dell’Associazione, all’indirizzo www.intercultura.it

Torna su
CataniaToday è in caricamento