Mario Rapisardi, dirigente: "Inviato al Comune il cronoprogramma degli interventi da attuare"

"Siamo in perfetta regola. Stiamo facendo tutto nel rispetto della sicurezza. Andava seguito un iter burocratico e lo stiamo facendo", spiega la dirigente Rosaria Maltese

"L’Rspp della scuola ha inviato tramite Pec la relazione tecnica con stralcio planimetrico per la gestione dell’emergenza in cui ha indicato le misure compensative per la fruibilità delle aule numero 300, 308 e 311, così come concordato nel tavolo tecnico tenutosi in data 17 settembre. Immediatamente ho inviato all’amministrazione comunale il cronoprogramma degli interventi da attuare, compresi quelli che riguardano le stanze precedentemente individuate (dirigenza, sala docenti e segreteria), ribadendo la mia disponibilità per la loro realizzazione".

E' quanto dichiara la dirigente Rosaria Maltese in risposta al malcontento di quei genitori che sono stati costretti a spostare i loro figli alla scuola Carducci. 

"Ho ceduto anche la mia stanza e altre due per il bene della comunità scolastica. Sto lavorando ininterrottamente per migliorare la situazione ma deve essere seguita una tempistica ben precisa. Gli operai della Multiservizi inviati dal Comune sono stati bloccati perchè bisognava rispettare un iter ben preciso. Ringrazio il Comune per l'intervento tempestivo ma andava coordinato", spiega la dirigente.

"Dopo aver ricevuto la relazione dell'Rspp, ho stilato un cronoprogramma che chiarisce tutti i particolari degli interventi da fare e gli orari per eseguirli. Successivamente si procederà ai lavori. E' stato sistemato un cornicione, lavori sono stati già fatti alle scale dopo vari miei solleciti. Come dirigente devo tenere conto di tutte le problematiche sia organizzative che didattiche. Ho anche inviato numerose segnalazioni al Comune sulle auto che ostruiscono gli ingressi della scuola. Andrebbe riservato un perimetro attorno alla scuola dove non si dovrebbe parcheggiare perchè si verificano troppi problemi di ingorgo. Quello che poi chiedo è la collaborazione tra scuola e genitori".

In merito al caos registrato, in questi giorni, all'entrata e all'uscita dalla scuola, la preside precisa che si stanno prendendo provvedimenti per evitare la confusione: "Cancelli rigorosamente chiusi all'uscita. Saranno aperti solo dopo che tutte le classi saranno sistemate in ordine e in fila dalle rispettive insegnanti".

Sull'altro nodo relativo ai bambini di due classi prime collocati al secondo piano con difficoltà a scendere e salire da soli le scale, la preside infine assicura che anche in questo caso sarà trovata una soluzione più sicura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento