Scuola, Pogliese a confronto con i dirigenti scolastici: "Dialogo e operatività"

"La scuola catanese è il primo baluardo della legalità e della crescita civica dei nostri giovani - ha detto il Sindaco - ma per svolgere appieno questo ruolo ha bisogno di essere considerata un impegno primario"

Ripristinare il dialogo con gli uffici comunali, uscire dalla logica dell'intervento emergenziale sostituendolo con la programmazione, sfruttare appieno tutti i bandi comunitari, ministeriali, regionali per trovare risorse aggiuntive. Sono questi gli indirizzi operativi che il sindaco di Catania Salvo Pogliese e l'assessore alla Pubblica Istruzione Barbara Mirabella, coi dirigenti e i funzionari comunali, hanno formulato ai dirigenti scolastici delle scuole del primo ciclo d'istruzione della città nel corso di un incontro avvenuto questa mattina nella sede dell'assessorato alle Politiche scolastiche.

Le proposte formulate dall'assessore Mirabella hanno recepito le istanze esposte nel corso della discussione dai dirigenti scolastici, nella totalità dei casi riguardanti i ritardi negli interventi di manutenzione, la scarsa assistenza degli uffici comunali competenti nei lavori effettuati nelle scuole, l'impossibilità di avere accesso ai finanziamenti previsti dai bandi a causa della mancata partecipazione del Comune - anche nel recente passato - agli stessi bandi.

"La scuola catanese è il primo baluardo della legalità e della crescita civica dei nostri giovani - ha detto Pogliese - ma per svolgere appieno questo ruolo ha bisogno di essere considerata un impegno primario dell'amministrazione comunale. La struttura ad hoc che creeremo per la progettazione e la partecipazione ai bandi comunitari si occuperà prioritariamente di quelli che consentiranno di individuare risorse aggiuntive rispetto a quelle, esigue, nella disponibilità del Comune".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho detto ai dirigenti - ha aggiunto - che il nostro impegno è quello di ripristinare un corretto rapporto con tutti gli uffici comunali competenti senza che debba più ripetersi la situazione di sostanziale abbandono a sé stessi che molti dirigenti ci hanno esposto. Io stesso sono a disposizione quotidianamente". "Il metodo del confronto e del dialogo - ha detto dal canto suo Mirabella - sarà la linea guida del mio assessorato. Aver ascoltato dalla viva voce dei dirigenti tutti i ritardi e le disfunzioni con le quali giornalmente devono confrontarsi è stato sicuramente utile per cambiare rotta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento