Le scuole di Catania tra criticità e sopralluoghi, parla l'Assessore Mirabella: "Sicurezza nostra priorità"

Lo "stato di salute" degli edifici che ospitano le scuole è spesso precario. Strutture spesso inadeguate ad accogliere studenti e insegnanti. Ne abbiamo parlato con l'Assessore alla pubblica istruzione del comune di Catania, Barbara Mirabella

Quello dell'edilizia scolastica è uno dei temi che più fa discutere, in tutta Italia come in Sicilia. Lo "stato di salute" degli edifici che ospitano le scuole è spesso precario. Muri scrostati. Distacchi di intonaco. Bagni inagibili. Palestre chiuse. Strutture spesso inadeguate ad accogliere studenti e insegnanti. E anche a Catania non mancano certo i problemi. Alcune scuole sono all'interno di edifici storici dove le condizioni di sicurezza sono ancora più problematiche. E anche quelle di più recente costruzione presentano molte criticità. A questa situazione già complicata si aggiungono il maltempo degli ultimi giorni e l'episodio di terremoto registrato lo scorso 6 ottobre che ha fatto riaprire la questione della sicurezza antisismica degli istituti catanesi. Ne abbiamo parlato con l'Assessore alla pubblica istruzione del comune di Catania, Barbara Mirabella.

"Le scuole di Catania, relativamente alla mia delega (scuole primarie e secondarie di primo grado), sono costantemente monitorate - precisa l'Assessore- inoltre i dirigenti scolastici, in qualità di datori di lavoro, espletano costantemente con l'ausilio del proprio responsabile della sicurezza della prevenzione e della protezione, attività di controllo, segnalazione e mitigazione del rischio. E' chiaro che un patrimonio edilizio scolastico, come quello della nostra città, costituito da 118 immobili realizzati in diverse epoche e con modelli strutturali e materiali eterogenei, necessita sempre della massima attenzione. Devo dire che, nell'ambito del comune di Catania, le scuole ospitate in edifici storici non destano particolari problematiche. Certo si tratta di  edifici non antisismici. Resta, quindi, tutto l'impegno dell'amministrazione a rilevare gli effettivi livelli di rischio".

Per quanto riguarda gli interventi di adeguamento sismico e messa in sicurezza degli edifici scolastici, sono state adottate procedure a Catania prima dell'inizio dell'anno scolastico? 

"Le problematiche legate al rischio sismico sono di competenza dell'Assessorato ai lavori pubblici (direzione lavori pubblici), posso anticiparle,  a seguito di interlocuzioni con la Regione, che l'Assessorato all'istruzione e formazione dovrebbe pubblicare un bando per finanziare le verifiche di vulnerabilità sismica negli edifici scolastici".

Alla fine dello scorso anno sono state segnalate alla nostra redazione problematiche strutturali in alcune scuole di Catania che vorremmo porre alla sua attenzione. A San Giovanni Galermo, nella scuola "S. Quasimodo” c'è un problema di pendenza nella parte esterna che, con le piogge, diventa un lago a cielo aperto...

"Sono stati eseguiti vari sopralluoghi e gli uffici preposti mi hanno confermato che, con la nuova programmazione di bilancio, i lavori necessari saranno eseguiti".

Nell'istituto alberghiero Karol Wojtyla, gli studenti erano costretti a fare i doppi turni, in condizioni strutturali pessime e aule chiuse perché inagibili...

"La scuola in questione non rientra tra le mie deleghe, è competenza della Città metropolitana. Così come per l'istituto De Felice dove vengono segnalate aule sovraffollate".

Alcune criticità sono state sollevate a seguito di un controllo della Questura nella scuola Mario Rapisardi al viale Vittorio Veneto e risolte dopo qualche mese come dichiarato dall'allora sindaco Enzo Bianco ed ex Assessore Scialfa. Ma ad oggi, come segnalato da alcuni genitori, la palestra non viene ancora utilizzata dagli studenti...

"Nel caso in specie la preside ha ricevuto, nel corso dell'anno, ben due note che attestano l'agibilità della palestra. E', quindi, una scelta del dirigente scolastico l'utilizzo e la fruibilità di tali locali. Seguo personalmente la situazione, ritengo che a giorni si dovrebbe risolvere per il meglio".

Ad inizio anno, Gemmellaro al buio: "Studenti studiano con le torce"...

"Anche la scuola in questione non rientra tra le mie deleghe, ma è di competenza della città metropolitana".

Parliamo di allerta meteo e della chiusura delle scuole. Il forte maltempo degli ultimi giorni ha spinto l'amministrazione comunale etnea ad avviare una verifica degli edifici scolastici per constatare eventuali danni. Dove sono stati effettuati i sopralluoghi dei tecnici comunali e sono stati necessari interventi?

"I sopralluoghi sono stati eseguiti in tutti i 118 edifici scolastici. Sono stati eseguiti, nell'immediato, diversi interventi per infiltrazioni d'acqua dalle coperture e consequenziali allagamenti. La situazione è comunque rientrata nel breve termine"

Come Assessore alla pubblica istruzione, che progetti ha in cantiere per le scuole di Catania? 

"Cercheremo di garantire, compatibilmente con le risorse disponibili, un'offerta progettuale molteplice e di qualità, idonea ad essere inserita all'interno del piano dell'offerta formativa elaborato dai singoli istituti. Le scelte progettuali saranno rispondenti agli interessi dell'utenza e alle dinamiche socio-culturali e verranno attentamente esaminate e valutate per verificarne la pertinenza socio-pedagogica. L'obiettivo è quello di rivolgere una costante attenzione all'alunno in ogni fase della sua crescita individuale e sociale, non tralasciando il coinvolgimento dei genitori in percorsi educativi qualificati".

Lei è Assessore ma è anche mamma e, quindi, sicuramente comprende le preoccupazioni di un genitore davanti alle varie criticità che presentano le strutture che ospitano i loro figli. Vuole mandare un messaggio preciso?

"Particolare attenzione sarà rivolta alla sicurezza strutturale degli edifici scolastici che rappresenta uno degli obiettivi prioritari di questa amministrazione, sostituendo la logica dell'intervento in emergenza con la programmazione e sfruttando appieno tutte le risorse disponibili derivanti da bandi comunitari, ministeriali e regionali. Assicuro ai genitori il mio personale impegno affinché l'amministrazione possa tutelare la sicurezza dei nostri figli, consentendo di vivere questo percorso di crescita in un clima di serenità e di fiducia nelle istituzioni con la consapevolezza che tutti gli istituti scolastici sono posti su un piano di parità ed uguaglianza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento