Sicurezza nelle scuole, Flc Cgil: "Classi stracolme e mancanza di manutenzione"

“Anche a Catania, dove i No al referendum sono stati oltre il 75%, la Flc non ha cessato un attimo nella lotta controuna legge di riforma mai tanto iniqua, confusionaria, scollata dalla dura realtà della vita quotidianadi ogni scuola" afferma il segretario generale Antonella Di Stefano

“La batosta referendaria seppur non ha prodotto quell’auspicato rinnovamento nella squadra di Governo, ha portato alla sostituzione del Ministro Giannini, che è chiaro segnale dell’impatto che le proteste del mondo della scuola e della lotta incessante a tutti i livelli sindacali hanno avuto sulle scelte dell’esecutivo”.

Lo dichiara il segretario generale della FLC CGIL Catania, Antonella Distefano. “Anche a Catania, dove i No al referendum sono stati oltre il 75%, la Flc non ha cessato un attimo nella lotta contro una legge di riforma mai tanto iniqua, confusionaria, scollata dalla dura realtà della vita quotidiana di ogni scuola e di ogni lavoratore della scuola: dai docenti, dal personale Ata, dagli stessi dirigenti scolastici.” “Scuole che cadono a pezzi per la mancanza di manutenzione in grave pregiudizio per la sicurezza, classi stracolme e organici insufficienti nonostante l’invenzione dell’’organico di potenziamento’ che ha creato nuovo caos e che, il più delle volte e soprattutto nelle scuole di base, è stato riassorbito per mancanza di personale”.

Proprio contro la legge sulla "buona scuola" stanno protestando alcune scuole secondarie catanesi, come il liceo scientifico Boggio Lera e il classico Spedalieri in occupazione da giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La FLC Catania chiede discontinuità al nuovo ministro a capo del MIUR, Valeria Fedeli – sottolinea Distefano –Discontinuità e rivalutazione dell’importanza di relazioni sindacali come parti sociali di un tavolo legittimato dalle richieste delle lavoratrici e dei lavoratori”. Cogliamo l’occasione per fare i migliori in bocca al lupo al neo segretario nazionale della FLC Francesco Sinopoli, proveniente dal mondo dell’Università e della Ricerca, candidatura da noi fortemente sostenuta”. “Chiediamo al nuovo Segretario e al nuovo gruppo di segreteria grande attenzione e coinvolgimento dei lavoratori. Siamo certi che ciò avverrà e che presto si avvieranno le assemblee consultive per la piattaforma contrattuale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento