Ispezione Sea Watch, Bayer: "La nostra nave è attrezzata per prestare soccorso"

L’ispezione era stata richiesta dalla Guardia Costiera italiana che ha accertato come la Sea Watch, battente bandiera olandese anche se gestita da una ong tedesca, sia immatricolata come yacth e non come imbarcazione di salvataggio

Le autorità olandesi oggi a bordo della nave per un'ispezione sulla capacità di Sea-Watch 3 di ospitare, per periodi lunghi, le persone soccorse. Ma le navi di salvataggio non possono soddisfare questa richiesta: la legge del mare afferma che le persone salvate devono essere portate in un porto sicuro il prima possibile 'without any delay'". Lo afferma la Sea Watch, ormeggiata a Catania, su Twitter, "denunciando strumentalizzazione del tema della sicurezza delle persone soccorse allo scopo di ostacolare il salvataggio delle stesse".

"La nostra nave - afferma Johannes Bayer, presidente di Sea-Watch - è pronta e adeguatamente attrezzata per prestare soccorso e assistenza alle persone in difficolta', ma non siamo un hotel o un ospedale galleggiante, e tantomeno un hotspot. Il nostro dovere è quello di salvare le persone in pericolo in mare e portarle in un porto sicuro nel più breve tempo possibile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ispezione era stata richiesta dalla Guardia Costiera italiana che ha accertato come la Sea Watch, battente bandiera olandese anche se gestita da una ong tedesca, sia immatricolata come yacth e non come imbarcazione di salvataggio e dunque non potrebbe portare in sicurezza decine di persone tratte in salvo in mare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento