Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

L'impero di Scuto sotto sequestro: garanzie per i lavoratori ex Aligrup

"Le legittime aspettative di lavoratori, creditori, acquirenti e aspiranti acquirenti" ora "possono trovare maggiore garanzia anche per l'Aligrup, ha dichiarato il procuratore generale di Catania, Giovanni Tinebra

Finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Catania stanno sequestrando beni per diverse centinaia di milioni di euro riconducibili all'imprenditore catanese Sebastiano Scuto.

L'ex re dei supermecati in Sicilia è stato condannato a 12 anni dalla Corte d'appello di Catania per associazione mafiosa. L'operazione è in corso in cinque città siciliane e a Salerno, Reggio Emilia, Monza e Milano.

Il sequestro dei beni di Scuto, il cui gruppo aveva 1.600 dipendenti, "non ha ricadute negative sulla procedura concorsuale di concordato preventivo in corso, ne' sul correlato piano di dismissioni", ha assicurato il procuratore generale di Catania, Giovanni Tinebra, secondo il quale "le legittime aspettative di lavoratori, creditori, acquirenti e aspiranti acquirenti" ora "possono trovare maggiore garanzia", anche per l'Aligrup.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'impero di Scuto sotto sequestro: garanzie per i lavoratori ex Aligrup

CataniaToday è in caricamento