Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Seconda circoscrizione, task force contro emergenza microcriminalità notturna

L'appello parte dal vice presidente della II municipalità Alessandro Campisi e dal consigliere di quartiere Adriana Patella, i quali chiedono immediatamente "Più controlli, più videosorveglianza ma soprattutto l'istituzione di una task force di agenti". Tanti i residenti vittime del furto d'auto

Emergenza sicurezza e furti nella seconda municipalità. L'appello parte dal vice presidente della II municipalità Alessandro Campisi e dal consigliere di quartiere Adriana Patella, i quali chiedono immediatamente "Più controlli, più videosorveglianza ma soprattutto l’istituzione di una “task force” di agenti per contrastare la microcriminalità che imperversa nella municipalità di “Picanello­Ognina­Barriera­Canalicchio” appena scende il buio".

"Il progetto - dichiarano i consiglieri - prevede interventi dettagliati e punta finalmente ad avere una diretta collaborazione tra i cittadini ed i tutori dell’ordine. La nostra circoscrizione negli ultimi mesi è diventata un territorio sotto assedio a causa di gruppi criminali - continuano Campisi e Patella - che prendono di mira obiettivi sensibili come anziani, ragazzini e negozi. Da qui la richiesta all’amministrazione centrale per creare un team di agenti che possa contrastare scippi, rapine, furti, atti vandalici ed aggressioni che, in questa parte della città, stanno diventando una costante"

I residenti chiedono risposte concrete e una reale soluzione al problema. Tra questi sfoga la propria rabbia Claudio Guglielmino, abitante del quartiere Barriera: "Nei mesi scorsi ho subito sotto casa il furto dell'automobile e ad oggi la situazione sembra non essere cambiata e molte altre persone della zona restano inermi, continuando a subire episodi del genere". Stesso scenario anche nella zona di Picanello, territorio appartenente alla seconda municipalità, dove un episodio analogo ha colpito il cittadino Alessio Viola.

Tra le soluzioni previste, non solo quella di aumentare il numero degli agenti. Campisi e Patella propongono infatti "La creazione di una “Task force” composta da tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine per sopperire alla cronica carenza di volanti della polizia municipale che tutt’ora si ritrova con un organico ridotto all’osso. Tra le altre proposte e strategie vi sono anche un sistema di videosorveglianza, dislocato nei punti più a rischio del nostro territorio, collegato direttamente con la sala operativa di polizia e carabinieri".

"L’obiettivo prioritario - concludono - è quello di ottimizzare le risorse e dunque le forze a disposizione per garantire la vigilanza in questa parte di Catania e non solo. Commercianti e residenti pretendono da noi un impegno concreto. Un’opera che dev’essere portata a termine con la collaborazione di Palazzo degli Elefanti e delle locali associazioni. Oggi la gente si sente insicura e c’è il rischio che, in tutta la municipalità, si crei una specie di coprifuoco a causa dei continui furti e scippi. Tra le azioni da realizzare per dare un nuovo volto al territorio c’è anche la lotta al disagio giovanile, al bullismo e alla dispersione scolastica con la collaborazione delle scuole"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Seconda circoscrizione, task force contro emergenza microcriminalità notturna

CataniaToday è in caricamento