Chiamate al 113: prostitute davanti casa e parcheggiatori abusivi

Continue segnalazioni al 113 per denunciare la presenza di prostitute dell'Est davanti casa o posteggiatori abusivi che chiedono il "pizzo"

Continuano le spedizioni punitive delle squadre dell'Ufficio prevenzione generale e sicurezza pubblica della Questura. A caccia di posteggiatori abusivi, l'ultima zona passata al controllo è stata quella del litorale di viale Kennedy.

Ogni giorno, infatti, sono numerose le segnalazioni dei bagnanti infastiditi perchè costretti a dover pagare i parcheggiatori abusivi. In questo modo la polizia - su specifiche direttive del nuovo questore di Catania Antonino Cufalo - intende, da un lato, contrastare il più possibile le varie forme di illegalità dilaganti in città, dall'altro orientare i propri interventi sulla base delle istanze provenienti dalla cittadinanza.

Oltre che dei posteggiatori abusivi, i catanesi si rivolgono innumerevoli volte al 113 per denunciare la presenza di prostitute dell'Est e di clienti nei pressi delle proprie abitazioni, se non addirittura davanti al portone di casa o negli spazi condominiali. Tornando ai posteggiatori, ieri gli agenti ne hanno denunciati alcuni per violazione dell'articolo 7 del Codice della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento