Cronaca

Semafori rotti e tombini scoperti a Librino e San Giorgio, Ranno (Italia Viva) chiede interventi

I tombini scoperti ed i semafori rotti sono solo uno dei tanti pericoli cui vanno incontro i cittadini a causa della mancanza di manutenzione in questa parte della città

Dopo l'incidente occorso nella giornata di mercoledì ad un bambino caduto dentro un tombino nei pressi della Torre del Leone di Librino, in viale Moncada, il consigliere della sesta circoscrizione Davide Ranno (Italia Viva) esprime la sua preoccupazione per le condizioni in cui versano le strade del quartiere.

"Massima solidarietà al povero bambino, cui  auguro una pronta guarigione, ed alla sua famiglia. Come già segnalato in passato, i tombini scoperti sono solo uno dei tanti pericoli che la mancanza di manutenzione comporta nel nostro Municipio. Infatti -spiega -è mia intenzione sollecitare il Comune di Catania affinché si attivi, nella maniera più celere possibile, al ripristino dei tanti semafori guasti che si trovano in questa circoscrizione. In particolare da più di un anno il semaforo della stradale San Giorgio non è più funzionante, con grave pericolo per gli automobilisti. Anche in passato sono accaduti degli incidenti e non è possibile attendere qualcosa di grave per intervenire. Un altro dei tanti semafori guasti si trova al viale Biagio Pecorino. Si tratta di un attraversamento pedonale che conduce all'Asp territoriale e quindi giornalmente attraversato da centinaia di cittadini. Queste problematiche - conclude Ranno - sono già state segnalate nei vari consigli di Municipio, senza trovare ancora risposte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Semafori rotti e tombini scoperti a Librino e San Giorgio, Ranno (Italia Viva) chiede interventi

CataniaToday è in caricamento