Sempre più studenti catanesi scelgono la Luiss: in aumento le iscrizioni

Solo nella provincia di Catania è aumentato del 33% il numero di domande di ammissione rispetto alla prova di aprile 2011,esprimendo il 2,5 % del totale nazionale e il 30% del totale Sicilia

Luiss loves Sicily e Sicily loves Luiss: secondo i dati pubblicati dall’università romana d’eccellenza, la Sicilia è la quarta regione per provenienza geografica, dopo il Lazio, la Campania e la Puglia. Le domande di ammissione ai corsi di Laurea Triennali e a Ciclo unico di maggio 2012-2013 provenienti dalla Sicilia rappresentano l’8,7% del totale nazionale,l’87% del totale isole e il 18% del totale Sud e isole.

Solo nella provincia di Catania è aumentato del 33% il numero di domande di ammissione rispetto alla prova di aprile 2011,esprimendo il 2,5 % del totale nazionale e il 30% del totale Sicilia. Abbiamo intervistato due giovani studenti catanesi che hanno scelto la Luiss.

Carla Dimauro, dopo aver conseguito una laurea di primo livello presso l’Università catanese di Economia, prosegue con la magistrale in “Economia e Finanza”, laureandosi lo scorso ottobre con 110 e lode. “ Ho scelto la LUISS per qualità dell’istruzione, prestigio, apertura internazionale e prospettive post lauream. Tutte le strutture sono nuove e accoglienti,con un buon numero di aule informatiche a disposizione degli studenti. Il contatto con le aziende per stage è molto buono, considerato che viene predisposta una apposita bacheca,nella quale visualizzare le proposte. Sinceramente non ho riscontrato degli svantaggi. Per quanto riguarda il mio percorso,dopo la laurea magistrale ho effettuato uno stage trimestrale in una società di revisione contabile multinazionale -una delle big 4-. Ho deciso,pertanto,di proseguire con un master di II livello per aprirmi ad ulteriori possibilità,essendo il mercato del lavoro molto esigente e le offerte ridotte”.

Carlo C.M.,ha scelto di abbandonare una facoltà catanese e di proseguire,sempre con lo stesso indirizzo universitario,alla Luiss. “Si tratta di un mondo totalmente differente: l’orario delle lezioni è sempre rispettato, il calendario degli esami viene fissato con largo anticipo per permettere allo studente di potersi ben organizzare, i docenti,di prestigio internazionale,sono sempre molto disponibili. Non parliamo poi delle strutture tutte funzionanti e del materiale didattico messo a nostra completa disposizione. Vengono,in più,organizzati seminari,incontri con le aziende,conferenze tutte di una certa portata che ci mettono a contatto col mondo del lavoro. Essendo in pochi,anche tra gli studenti,si instaura un rapporto diverso: si lavora molto in gruppo,pratica totalmente sconosciuta nelle altre facoltà. E’ vero che la retta è parecchio alta,ma almeno pago per un servizio che mi viene garantito ad un altissimo standard: nelle università pubbliche,invece,stiamo assistendo ad un aumento delle tasse al quale non corrisponde lo stesso servizio garantito,i miei colleghi devono portarsi i fogli da casa per fare gli esami!”

Tra gli altri meriti della Luiss,riconosciuti da statistiche nazionali,quelle degne d’attenzione riguardano il fatto che l’80% dei laureati,a tre anni dalla laurea,è occupato,e quanto all’internazionalità,sono 120 gli atenei stranieri in rete con la Luiss in 29 Paesi,considerato che l’università romana si colloca al secondo posto,tra gli atenei non statali,per tasso di mobilità internaziona
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento