Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Controlli ai venditori della pescheria, sotto sequestro 500 chili di pesce

La maggior parte dei prodotti ittici non è risultata idonea al consumo umano ed avviata alla distruzione, mentre alcuni "muccuni" ancora vivi sono stati rigettati in mare

Nella giornata di ieri, un team ispettivo composto dal personale della guardia costiera etnea, dalla polizia locale e dai medici veterinari dell’Azienda Sanitaria Provinciale, ha ispezionato lo storico mercato della pescheria, nei pressi di piazza Duomo. L’attività ha posto come obiettivo la verifica dei requisiti per la vendita e la tracciabilità del prodotto ittico posto sui banchi. Dai controlli è stato scoperto un venditore abusivo e pertanto il reparto annona della polizia locale ha provveduto a sanzionarlo, sequestrando anche l’intero prodotto ittico.

Di rilievo la verifica effettuata ai depositi di stoccaggio dei prodotti ittici presenti nelle vicinanze della pescheria, per uno dei quali è stata disposta, da parte del personale del Dipartimento di Prevenzione Veterinaria dell'Asp di Catania, la sospensione dell’attività per insussistenza dei requisiti igienico-sanitari, insieme alla distruzione del pescato conservato. Nel complesso, la “task force” ha elevato sanzioni amministrative per 14mila euro, sequestrando 500 chili di pescato privi della prevista documentazione attestante la provenienza. La quasi totalità del pescato è stata dichiarata non idoneità al consumo umano e destinata alla distruzione. Una partita di murici, meglio noti come “muccuni”, ancora vivi, è stata reimmessa in mare nel proprio habitat naturale dal battello veloce A12 della guardia costiera di Catania.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli ai venditori della pescheria, sotto sequestro 500 chili di pesce

CataniaToday è in caricamento