Sequestrato un mercatino dell'usato non autorizzato in via Acquicella

Contestata al commerciante, privo di qualsiasi autorizzazione amministrativa, l'occupazione abusiva di circa 60 metri quadrati di suolo pubblico

Ieri mattina, il nucleo anti abusivismo commerciale della polizia municipale, ha nuovamente sequestrato un vero e proprio mercatino dell'usato non autorizzato in Via Acquicella, nei pressi del primo cancello del cimitero comunale.

Dopo i sequestri già operati nello stesso luogo il 15 ottobre 2014, il 9 marzo 2015 e il 23 settembre 2015, la squadra di Ispettori annonari, coordinata dall'ispettore Francesco Lops, ha contestato al commerciante F. D. di anni 51, privo di qualsiasi autorizzazione amministrativa, l'occupazione abusiva di circa 60 metri quadrati di suolo pubblico con un grande quantitativo di mobilio e oggetti usati quali: comò, scrivanie, cassettiere, divani, poltrone, comodini, armadi, tavolini, mobili da bagno, mobili da cucina, sedie, cassetti, materassi, cristalliere, porta abiti, zanzariere, finestre, specchi, lavandini, elettrodomestici piccoli e grandi, nonché oggettistica varia.

La Polizia Municipale ha deferito il commerciante all'Autorità giudiziaria per invasione di area pubblica e ha notificato al responsabile due verbali amministrativi, per un importo di circa 700 euro, nonché un verbale di sequestro penale della merce che, grazie all'impiego di due autocarri della Multiservizi e un furgone della polizia municipale, è stata convogliata in un'area comunale protetta affinché ne sia garantita la custodia, in attesa dei provvedimenti dell'Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento