Sequestro di oltre 2 milioni di euro per il titolare di "Punto Shopping"

Le Fiamme Gialle hanno rilevato la mancata stampa delle “chiusure giornaliere” dei misuratori fiscali installati presso alcuni punti vendita della società verificata nonché la singolare circostanza che alcune “chiusure giornaliere” erano riferite a registratori di cassa “fantasma”

Su delega di questa Procura della Repubblica, i finanzieri del comando provinciale della guardia di finanza di Catania hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dal Gip del Tribunale etneo finalizzato al sequestro (per equivalente) di 2,2 milioni di euro a carico di Alessio Savoca (del 1986), nella sua qualità di titolare della “Punto Shopping Srls”, avente sede a Catania ed esercente il “commercio al dettaglio di altri articoli per uso domestico”.

L’ipotesi di reato contestata all’indagato è quella di "infedele dichiarazione dei redditi e Iva". Il provvedimento giudiziario trae origine da un’attività di verifica fiscale condotta dal nucleo di polizia economico-finanziaria di Catania che ha originato l’accertamento a carico della società, per gli anni d’imposta 2015, 2016, 2017 e 2018, dell’omessa registrazione di ricavi per oltre 4 milioni di euro.

Nello specifico, l’attività ispettiva dei finanzieri ha permesso di confrontare dei dati desumibili dai registri elettrocontabili dei corrispettivi con i corrispondenti registri manuali da cui è emersa l’annotazione, in alcuni giorni del mese, di un volume di incassi inferiore rispetto a quello reale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In più, le Fiamme Gialle hanno rilevato la mancata stampa delle “chiusure giornaliere” dei misuratori fiscali installati presso alcuni punti vendita della società verificata nonché la singolare circostanza che alcune “chiusure giornaliere” erano riferite a registratori di cassa “fantasma” utilizzati saltuariamente e le cui risultanze elettrocontabili non confluivano nei registri ufficiali. Gli accertamenti patrimoniali delegati da quest’Ufficio hanno consentito di sottoporre a vincolo reale l’immobile di proprietà dell’indagato e il saldo di 2 conti correnti societari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "mistero" dei fuochi d'artificio di Picanello, sparati ogni giorno a mezzanotte

  • Coronavirus, casi positivi al Cutelli e alla Livio Tempesta: studenti e personale in quarantena

  • Sgominate bande che rubavano sui tir e nelle case: 13 arresti

  • Droga e mafia, altri 4 arresti nell’ambito dell’operazione "Overtrade"

  • Coronavirus, un positivo sul volo Milano-Catania: appello dell'Asp ai passeggeri

  • Ricette false per ottenere i rimborsi, due medici sospesi ed otto farmacisti indagati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento