Sequestro di armi, munizioni e droga in casa di un pregiudicato

I Falchi della squadra mobile hanno predisposto un appostamento nel quartiere Pigno dove era stato da giorni adocchiato un appartamento sospetto

La polizia di Stato ha arrestato pregiudicato Vincenzo Franco Scampitelli , responsabile dei reati di detenzione ai fini di spaccio di marijuana, detenzione illegale di arma clandestina e relativo munizionamento e ricettazione. Nel pomeriggio del 27 ottobre i Falchi della squadra mobile hanno predisposto un appostamento nel quartiere Pigno dove era stato da giorni adocchiato un appartamento sospetto nel quale potevano essere custodite sia armi che droga. Gli investigatori hanno quindi aspettato il momento propizio per fare irruzione nello stabile ed hanno sorpreso l'uomo all’interno. Grazie anche alla squadra cinofili, intervenuta appositamente sul posto, è stato rinvenuto un vero e proprio arsenale. L’indagato aveva infatti occultato in vari nascondigli sparsi nel proprio cortile diverso materiale detenuto illegalmente. Nello specifico, sono stati rinvenuti una pistola semiautomatica cal. 7.65 con caricatore armato di due cartucce e matricola abrasa, 189 proiettili di vario calibro e tipo (tra i quali 17 cartucce cal. 12 per fucile e 49 proiettili cal.7.62 per mitragliatori), delle buste confezionate in sottovuoto contenenti mezzo chilo di marijuana, una bilancia per pesare lo stupefacente e del materiale da confezionamento. Ulteriori indagini sono in corso al fine di verificare se l’arma è stata utilizzata in recenti episodi criminosi. L’uomo è stato quindi tratto in arresto e posto a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento