rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Sequestrate due cave abusive di basalto nel territorio di Mascali

Il territorio di Mascali è in gran parte sottoposto al vincolo paesaggistico e l'attività estrattiva ha arrecato seri danni all'ambiente naturale

I carabinieri del nucleo operativo ecologico di Catania hanno messo in atto dei controlli in alcune cave di estrazione di materiale basaltico lavico, avviate qualche mese fa nel territorio di Mascali, scoprendo che mancava perfino l' autorizzazione agli scavi. Il titolare ed il collaboratore di una nota ditta operante nel settore, dovranno adesso far fronte ad un nuovo decreto di confisca degli stabilimenti siti in località Mertole ed in località Costasovere della frazione di Puntalazzo.

Il primo sequestro è stato eseguito sull’area di una precedente cava autorizzata di località Mertole, la cui concessione rilasciata dal Distretto Minerario di Catania è risultata essere scaduta nel mese di dicembre dell’anno 2015. Qui le indagini hanno dimostrato che le operazioni di estrazione del materiale erano proseguite abusivamente fino al mese di luglio 2017. Il secondo sequestro ha riguardato, invece, un’altra area posta poco distante, in località Costasovere, dove è stato dimostrato che le due persone avevano condotto ulteriori estrazioni abusive nel corso dei mesi di luglio ed agosto 2017. In questo caso la procura ha disposto il sequestro anche di un escavatore e di una pala meccanica, utilizzati per il compimento delle attività abusive. Il territorio di Mascali, come di altri limitrofi, è in gran parte sottoposto al vincolo paesaggistico e l'attività estrattiva ha arrecato seri danni all'ambiente naturale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate due cave abusive di basalto nel territorio di Mascali

CataniaToday è in caricamento