menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confisca testate gruppo Ciancio, la denuncia della Fnsi

L'affidamento dei due quotidiani e delle emittenti locali a due amministratori giudiziari, afferma la Fnsi in una nota, potrebbe comprometterne la sopravvivenza nel lungo periodo, anche in considerazione della situazione di difficoltà in cui versano le testate

I comitati di redazione de La Sicilia di Catania e della Gazzetta del Mezzogiorno, insieme con Federazione nazionale della Stampa italiana, Associazione Siciliana della Stampa, Associazione della Stampa di Puglia e Associazione della Stampa di Basilicata, terranno una conferenza stampa per illustrare la situazione dei due quotidiani e delle emittenti televisive dopo il sequestro delle quote societarie disposto la scorsa settimana dal Tribunale di Catania nell'ambito di un'inchiesta per presunto concorso esterno in associazione mafiosa che coinvolge Mario Ciancio Sanfilippo, proprietario della Sicilia e socio di maggioranza della Gazzetta del Mezzogiorno.

L'affidamento dei due quotidiani e delle emittenti locali a due amministratori giudiziari, afferma la Fnsi in una nota, potrebbe comprometterne la sopravvivenza nel lungo periodo, anche in considerazione della situazione di difficoltà in cui versano le testate.

Questa situazione, denuncia la Fnsi, rischia di creare un'emergenza informazione nel Mezzogiorno, dove il numero dei quotidiani è sempre più ridotto. L'appuntamento è per giovedì 4 ottobre, alle ore 11, nella sede della Fnsi, corso Vittorio Emanuele II 349, Roma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Salute

Bromelina: cos'è, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento