Polizia sequestra un circo per irregolarità sulle norme di sicurezza e igiene

Tutti gli operatori dipendenti erano sprovvisti di adeguata formazione, addestramento e abilitazione nella conduzione dei mezzi presenti nel circo. Alcune funi tiranti per l'ancoraggio della tenda risultavano in cattivo stato di conservazione

Dopo il ferimento di una bimba avvenuto in un circo presente al viale Kennedy, i poliziotti hanno effettuato un controllo nella struttura amovibile, per verificare il rispetto delle norme di sicurezza e il benessere degli animali. Insieme a loro c'erano anche l' Asp Veterinaria, la polizia provinciale e i vigili urbani.

L'intero circo, viste le carenti condizioni di sicurezza, è stato sottoposto a sequestro penale preventivo. Alcune funi tiranti per l’ancoraggio della tenda risultavano in cattivo stato di conservazione per la presenza di sfrangiature nella zona di ancoraggio ai paletti metallici infissi nel terreno. Il carrello elevatore era sprovvisto di sistemi di protezione e cinture di contenzione, necessarie ai fini della tutela del conducente in caso di ribaltamento. Accertata anche l’incompleta valutazione dei rischi "con particolare riferimento ai rischi di natura biologica scaturenti dal rapporto con gli animali presenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutti gli operatori dipendenti erano sprovvisti di adeguata formazione, addestramento e abilitazione nella conduzione dei mezzi presenti nel circo. La titolare è stata denunciata e sanzionata con 10 mila euro di multa per le criticità riscontrate. Durante i controlli sono stati rinvenuti 120 chili di carni avicole destinate agli animali e detenute all’interno di un frigo dei gelati a temperatura di 6,5 gradi, che favorivano il proliferarsi di mosche carnarie della specie "Lucilia sericata". La carne è stata sequestrata e la titolare indagata anche per mal conservazione alimenti. Infine, non c'era alcuna prova sulla regolarità dello smaltimento delle deiezioni animali considerati rifiuti speciali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Pronta ordinanza anticovid di Musumeci: coprifuoco dalle ore 23 e scuole superiori chiuse

  • Coronavirus, coprifuoco dalle 23 e limitazione negli spostamenti: ecco la nuova ordinanza di Musumeci

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus, oggi la nuova ordinanza del presidente Musumeci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento