Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Oltre due milioni di filtri e cartine sequestrati in un capannone cinese

I prodotti da fumo erano posti in vendita, presso un capannone sito nell’area industriale di Misterbianco, in completa evasione dell'imposta di consumo, l’accisa

Oltre due milioni di filtri e cartine per tabacco illecitamente destinati alla vendita sono stati sequestrati nei giorni scorsi nella provincia etnea, dalla guardia di finanza, nell'abito di controlli contro l’abusivismo commerciale ed il contrabbando.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’attività trae origine da precedenti servizi di controllo economico del territorio, grazie ai quali era giunta notizia di una cospicua presenza dei prodotti di rinomati marchi, illecitamente distribuiti presso i mercati rionali cittadini. I successivi approfondimenti hanno permesso di risalire e smantellare la filiera commerciale di approvvigionamento, consentendo di sequestrare l’ingente quantitativo di articoli sottoposti a sequestro: 2.061.079 prodotti per accessori dei tabacchi da fumo, dal peso complessivo di 92,798 chili. Il legale rappresentante dell’esercizio commerciale oggetto di controllo, un cittadino di nazionalità cinese, è stato denunciato a piede libero all’autorità giudiziaria per il reato di contrabbando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre due milioni di filtri e cartine sequestrati in un capannone cinese

CataniaToday è in caricamento