Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Controlli della finanza contro i botti illegali, arrivano i primi sequestri

L'intervento si è concluso con il sequestro di oltre 5 chili di petardi e con la denuncia a piede libero di due cittadini italiani per illecita detenzione di materiale esplodente e per il furto di energia elettrica

La guardia di finanza di Catania ha sequestrato circa 3 mila artifizi pirotecnici illegali con un alto potenziale esplosivo in un’abitazione del quartiere di San Giorgio, tenuti illegalmente da due soggetti italiani. Alle porte delle prossime festività, per assicurare ai cittadini di trascorrere in piena serenità e sicurezza il periodo natalizio, i militari del comando provinciale della guardia di finanza di Catania hanno realizzato un mirato intervento che ha permesso di sottrarre dal mercato un considerevole quantitativo di fuochi d'artificio pericolosi. Particolare preoccupazione ha destato il rinvenimento di "cipolle", vere e proprie bombe artigianali dotate di elevatissima potenzialità esplosiva tranquillamente custodite nella camera da letto di un’abitazione. Durante le perquisizioni eseguite in alcune case, è stato trovato un allaccio abusivo diretto alla rete Enel sprovvisto di contatore. L'intervento si è concluso con il sequestro di oltre 5 chili di artifizi e con la denuncia a piede libero di due cittadini italiani per illecita detenzione di materiale esplodente e per il furto di energia elettrica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli della finanza contro i botti illegali, arrivano i primi sequestri

CataniaToday è in caricamento