Maxi sequestro di giocattoli cinesi in un deposito di Misterbianco

Tra la merce contraffatta, in particolare, sono stati sequestrati computer per bambini, modellini di moto, macchinine, maschere, pupazzi. Erano realizzati con tessuti e plastiche scadenti, con seri rischi per la salute dei più piccoli

Oltre 2,5 milioni di giocattoli cinesi, ovviamente fasulli, sono stati sequestrati dalla finanza etnea in un capannone di Misterbianco. L'operazione si chiama 'Minions' riprendendo il nome del celebre cartoon per bambini, in quanto sono stati trovati moltissimi gadgets raffiguranti gli omini gialli monoculi.

Gli accertamenti svolti hanno consentito anche di appurare la scarsa qualità dei giocattoli, realizzati con tessuti e plastiche scadenti con seri rischi per la la salute dei più piccoli.

Tra la merce contraffatta, in particolare, sono stati sequestrati computer per bambini, modellini di moto, macchinine, maschere, pupazzi. La titolare cinese è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Catania per il reato di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, vendita di prodotti industriali con segni mendaci e ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

Torna su
CataniaToday è in caricamento