"Bosco" di marijuana con 2500 piante sequestrato sotto i carrubbi a Licodia Eubea

Sequestrate 2.500 piante di canapa indiana – peso complessivo mezza tonnellata – del valore al dettaglio superiore al milione di euro. In manette 3 uomini e una donna, tutti di Aci Catena

Si tratta di uno dei più importanti sequestri di piantagioni di canapa indiana degli ultimi anni in provincia Catania. Ad eseguirlo, i carabinieri di Caltagirone che sono riusciti ad individuare una vasta zona coltivata– nascosta tra i filari di alberi di carrubo -  in Contrada Seperlizza, a Licodia Eubea. Ieri mattina, dopo aver cinturato l'area, i carabinieri si sono appostati in attesa che i curatori della piantagione si mostrassero all’interno della proprietà.

GUARDA IL VIDEO

Ed a metà mattinata quattro soggetti, tra i quali una donna, hanno azionato l’impianto di irrigazione ed iniziato le operazioni di raccolta delle piante già mature. A quel punto è scattato il blitz con l’arresto dei quattro “coltivatori”: il 37enne Mario Renda, il 49enne Mario Nicolosi, il 52enne Vincenzo Nicolosi e della convivente di quest’ultimo, di 35 anni, tutti provenienti da Aci Catena.

Sequestrate 2.500 piante di canapa indiana – peso complessivo mezza tonnellata – del valore al dettaglio superiore al milione di euro. Le piante saranno estirpate e distrutte. Per tutti l’accusa è di coltivazione e produzione illegale di sostanze stupefacenti in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento